FAQ

Le seguenti domande saranno trattate:

  • Differenza tra corsi non-obbligatori (Unverbindliche Übungen) e le offerte creative della TAB
  • Tutorati
  • Biglietti di giustificazione delle assenze
  • Moduli per le presenze
  • Spese connesse alla chiusura della scuola durante la pandemia

 

Mio figlio può frequentare un corso non-obbligatorio (Unverbindliche Übung) durante il pomeriggio, se è registrato per il doposcuola?

Sì. Il Suo figlio sarà sotto la custodia del doposcuola corrispondentemente al bisogno prima e dopo i corsi non-obbligatori come Teatro, free running, calcio ecc. Si ricorda che ci sia obbligo di presenza in questi corsi. Ciò distingue i corsi non-obbligatori dalle offerte creative del doposcuola come circo, giochi di palla ecc. Per le offerte creative non c’è bisogno di registrazioni, ma si possono sempre frequentare e lasciare spontaneamente nell’ambito del doposcuola.

Come mio figlio può frequentare il tutorato?

Chi è registrato quel giorno per il doposcuola, può andare sempre senza iscrizione extra al tutorato desiderato. I tutorati hanno luogo nelle classi dei gruppi 4 (giallo) e 5 (rosa). Se non viene nessun allievo al tutorato, gli insegnanti chiedono direttamente agli allievi, se abbiano voglia di approfondire le loro conoscenze nella rispettiva materia oltre a quello fatto durante la mattina.

Posso dire a mio figlio di frequentare il tutorato di sicuro?

Certo. Normalmente la frequentazione del tutorato è volontaria, ma se esiste il desiderio che il figlio ci vada sicuramente, si prega che un genitore lo scriva nel cosiddetto “Schulplaner” e lo firmi, cosicché noi insegnanti lo vediamo.

Come vengo a sapere, se mio figlio abbia frequentato il tutorato?

Un genitore scriva nel “Schulplaner” per quel giorno “tutorato [materia] frequentato” ___________
e dica al figlio di farlo firmare dall’insegnante che offre il tutorato.

Se un giorno mio figlio è scusato per le lezioni del pomeriggio e voglio che ritorni a casa alla fine della mattina, devo scusare il figlio anche al doposcuola?

Sì. Se Suo figlio è registrato quel giorno per il doposcuola, abbiamo bisogno di un biglietto di giustificazione dell’assenza, dal momento che gli insegnanti del doposcuola non possono sapere, se il figlio è solo impedito per ragioni di saluti e abbia lo stesso bisogno di custodia oppure non dimora più nell’edificio della scuola.

Come mi comporto in casi d’emergenza, quando mio figlio non ha portato il biglietto di giustificazione dell’assenza?

Da un lato Lei o una persona autorizzata all’andare a prendere del figlio (con rispettivo modulo) può sempre venire a prenderlo. Dall’altro lato è possibile mandare una foto del biglietto di giustificazione dell’assenza entro le ore 11 del giorno in considerazione all’indirizzo e-mail gestito dal segretario Jan Kolodziej. Confidiamo nella Sua comprensione che tale possibilità sia pensata solo per i casi d’emergenza e può esser presa in considerazione solo entro le ore 11.

Perché non posso scaricare i moduli per le registrazioni in internet?

I moduli soprannominati si consegnano direttamente a scuola, dato che per ragioni amministrative essi sono stampati su carta rosa pesca, rosa e blu. Tuttavia si assume che i meni abbiano tale carta colorata a casa. Perciò si mette in conto l’inconveniente di organizzarsi i moduli alla riunione serale dei genitori oppure di chiedere al figlio ti richiederlo a scuola.

Quando le scuole sono chiuse a causa della pandemia e tutte le classi del livello scolastico secondario (Unterstufe) si trovano dell’insegnamento a distanza (Fernunterricht, distance learning), come ciò influisce sui costi per il doposcuola?

Secondo il cambiamento del doposcuola operante finora entrato in vigore con il 451. decreto (BGBl. II 229/2020), avrà luogo con decorrenza immediata un calcolo medio del doposcuola. Tale calcolo si baserà sul numero dei giorni in un mese, in cui Suo figlio è stato presente effettivamente. Per poter realizzare tale piano, il contributo per il doposcuola non sarà più addebitato nel mese corrente, ma invece nel mese seguente (quindi il contributo per novembre verrà a scadenza a dicembre, quello per dicembre a gennaio, ecc.)

Non-FAQ

Qual è il concetto pedagogico del doposcuola?

Il doposcuola supporta le famiglie di ogni forma nell’ambito di condizioni sociali sottomesse a continui cambiamenti attraverso un’affidabile custodia, occupazione educativa, ulteriore tempo di studio e sostegno di ogni allievo nei tutorati con metodi differenziati. Il doposcuola sta per una migliorata integrazione sociale tramite l’allargamento della classe. Tra questo annovera l’interazione con le classi parallele, la quale comporta lo stabilimento di stazioni, lo studio e la competizione con allievi maggiori ed un’offerta coeducativa di sport per la riduzione di pregiudizi come quello che le ragazze tirino peggio dei ragazzi.

Al contempo il doposcuola del Wasagymnasium è in relazione concettuale delle lezioni della mattina: Viene sostenuto il lavoro ad alta concentrazione cognitiva con gli obiettivi del consolidamento dei frutti acquisiti durante le lezioni, l’organizzazione dello studio, l’autonomia ed il raggiungere di un atteggiamento di lavoro, in cui gli studenti si premiano stessi attraverso una chiara visione degli obiettivi, dal momento che così avranno a disposizione più tempo libero.

Per lo sviluppo di una tale cultura di studio il doposcuola opera tramite una ripartizione su tre livelli: Sul cosiddetto livello dell’insegnamento, nel senso di unità in un orario fisso, con una forma sciolta di tempo libero. La partecipazione alle diverse offerte nell’area per giochi, creatività e tempo libero è autonoma. In questo modo si contrappongono ai corsi non-obbligatori (Unverbindliche Übungen), i quali sono collegati a registrazione ed obbligo di presenza e rappresentano così una forma legata di insegnamento. Sul livello individuale il doposcuola si adatta ad ogni allievo rispettando il tempo individuale di ciascuno a modo suo. Affinché ogni allievo possa decidere per se stesso, cioè autonomamente programmare i tempi di studio, offriamo il cosiddetto concetto di “pretempi di studio” (Vor-Lernzeiten), le quali premiano l’allievo zelante dando la possibilità di finire i compiti prima per poter dedicarsi prima al tempo creativo e ricreativo, e dei tutorati facoltativi. Già l’assenza dell’obbligo di presenza distingue tali periodi di studio strutturalmente dall’insegnamento del mattino, la cui durata di 50 minuti è assoggettata. Sul terzo livello si trova la cultura di studio estesa: Ci appartengono la ricca scelta delle diverse offerte, l’intensità di partecipazione, cioè i giorni di presenza ogni durante la settimana, ed l’approccio di studio, sui cui atteggiamenti e sul cui impegno ci si lavora.

Per dirlo in un’unica frase: Nel doposcuola importano sia il dilettevole divertimento sia la durevole soddisfazione.